Identità visiva

L’obiettivo finale della comunicazione d’impresa e di tutte le attività di comunicazione integrata è quello di contribuire alla costruzione dell’equivalenza tra l’identità e l’immagine (nel senso di percezione e reputazione) dell’organizzazione.

Ecco perché l’identità deve essere comunicata in maniera ottimale. Questa attività diventa ancor più strategica e delicata nel caso di realtà che non hanno una personalità ingabbiata, immutabile e refrattaria alle sollecitazioni esterne (come la maggior parte delle organizzazioni non profit), e che operano in un universo mediatico in continua evoluzione.

Per questo motivo, sulla scorta di autorevoli teorie, abbiamo man mano sostituito al vecchio sistema di immagine coordinata il nuovo concetto di “identità visiva”, di cui abbiamo creato un modello – diffusamente analizzato nel “Manuale dell’identità visiva per le Organizzazioni non profit” – dinamico e flessibile, che consente da un lato di comunicare gli elementi essenziali dell’identità e, dall’altro, di adattarsi meglio ad un contesto esterno in continua evoluzione e alle tante possibilità che il mercato e la tecnologia oggi offrono alla comunicazione. Un modello che, grazie alla sua struttura modulare, si adatta a qualsiasi organizzazione, nazionale o locale che sia, e a qualsiasi budget.

 

parole chiave:
marchi | brand | corporate | identità visiva | identità e immagine | reputazione